11/02/12 Sanita' - Primo atto di Bortoletti ''Ringrazio solo le persone per bene. Guardiamo alle cose da fare'' - Città di Roccadaspide

Vai ai contenuti

Menu principale:

11/02/12 Sanita' - Primo atto di Bortoletti ''Ringrazio solo le persone per bene. Guardiamo alle cose da fare''

Notiziario

“Nel riassumere, oggi, la guida dell’ASL fino al 31 luglio prossimo – dice il commissario Bortoletti - desidero, prima di tutto, porgerVi i miei saluti e rinnovarVi gli auguri per questo 2012, ringraziando tutte le “persone per bene”, di cuore, per il significativo contributo fornito nel corso del 2011: a fronte dei 760 mila euro persi ogni giorno dal 1 gennaio 2009 al 31 marzo 2011, per un totale di oltre 600 milioni di euro, il valore di circa 12 nuovi ospedali di medie dimensioni, che hanno portato ad una perdita complessiva iscritta a Stato patrimoniale nel bilancio 2010 pari a 1,72 miliardi di euro, gli ultimi 9 mesi dell’anno hanno registrato una differenza positiva nella gestione corrente – tra valore della produzione e costo della produzione - di oltre 18 milioni di euro, dopo un primo trimestre che aveva registrato una perdita di oltre 51 milioni di euro, con il 2011 chiuso con una differenza negativa pari a 33.274.000 euro. Vi posso assicurare – continua Bortoletti - che il molto che c'è da fare per il risanamento dell'azienda, e che non si potrà evidentemente esaurire entro il 31 luglio, lascia spazio a chiunque voglia fare qualcosa in più rispetto a quello che ognuno di noi deve ordinariamente fare. Senza posizioni strumentali, senza perseguire vantaggi personali, ma nell'esclusivo interesse dei cittadini che meritano, meglio, hanno diritto, ad un'azienda che progressivamente inizi a dare segnali di miglioramento oltre a quelli già evidenziatisi nel Conto Economico che si tradurranno nei primi sostanziali investimenti in infrastrutture e apparecchiature biomedicali.Con quella normale serietà che continua a essere fonte di stupore, almeno da parte di chi ha bisogno di cercare e di applaudire i competenti, come antidoto ai troppi superficiali, perché - come ricordava sempre Severgnini - la tragica mancanza di professionalità di alcuni sta finendo con il rendere speciali le persone normali.” Nei prossimi sei mesi, a giudizio del Commissario Bortoletti, c’è la possibilità di continuare a lavorare serenamente: “approfittiamone, guardiamo alle cose da fare, siamo orgogliosi di ciò che riusciamo a fare in una situazione difficilissima e continuiamo ad ammettere serenamente gli errori ogni volta che si poteva fare e non siamo riusciti a fare. I cittadini “per bene”, quelli che non si contrappongono per posizione ideologica, quelli che non difendono rendite di posizione, quelli che hanno solo subito questa situazione a vantaggio dei pochi “beneficiari”, sanno apprezzare le cose positive che abbiamo fatto e che riusciremo a fare”.

- Rocco Colombo - www.ondanews.it -

 
free counters
Cerca
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu